La talent acquisition: il motivo per il quale la tua azienda non attrae persone di valore.

talent acquisition

Sei causativo? Sei stato sempre distante da azioni di talent acquisition aziendali?

Devi diventare consapevole di poter influenzare le situazioni e di essere l’artefice dei risultati che si ottengono, oltre che dei problemi che ti trovi ad affrontare.

Ora, sei qui e stai leggendo un breve articolo. Stai per acquisire informazioni preziose che possono aiutarti a:

  • migliorare le tue prossime selezioni,
  • far crescere la tua azienda,
  • attirare talenti e persone di valore.

1. La causatività nella talent acquisition

Quando un’azienda ragiona in maniera causativa, quindi, è in grado di comprendere che se non si riempie di personale valido spesso le ragioni sono per cause interne.

In questo modo è l’azienda stessa che agisce in modo da tenere le persone valide lontane.

Perché questo avviene? Te lo spiego subito.

Una delle principali caratteristiche da valutare in un candidato è la sua attitudine al lavoro e alla crescita professionale. Compresa questa, puoi già procedere a capire su quale aspetto tecnico concentrarti.

Prima di fare ciò, però, evita alcuni errori che rischiano di danneggiare il tuo processo di selezione.

2. I 4 errori che commette un’azienda

Un’azienda sana e dai fatturati milionari può presentare delle lacune, in quanto deve gestire un gran numero di risorse umane rispetto alla PMI. Viceversa, una piccola media impresa non si può permettere di sbagliare nel selezionare i talenti.

Evita questi errori per crescere nel tempo, insieme a persone meritevoli.

  1. L’azienda non è accogliente; non ha creato le condizioni adeguate per attirare le persone di valore.
  2. Il profilo aziendale è definito male; l’azienda non trova la persona giusta perché non è chiaro esattamente qual è la figura professionale che sta cercando, quali competenze deve avere, il tipo di esperienza, i requisiti attitudinali.
  3. Il profilo è complesso; è stato definito un profilo troppo specifico, che ha ridotto la probabilità di reperire il candidato (esempio: deve avere tra i 25 e i 27 anni, abitare a massimo 8 km dall’azienda, conoscere 4 lingue).
  4. Sono presenti punti decisionali multipli; ci sono troppe persone che hanno voce in capitolo nella decisione finale di chi assumere (il titolare, ma anche il responsabile risorse umane, ma anche il capo reparto, ma anche il collega vicino di scrivania…).

RIASSUNTO

Il processo di talent acquisition richiede la minimizzazione degli errori nel processo di selezione del talento. Sono sicuro che riuscirai a implementare in azienda una ricerca più attenta delle persone, grazie a questi 4 consigli pratici.

Se hai bisogno di una consulenza per affrontare un problema nella ricerca e selezione del personale, scrivi una mail a info@osmpartnerlombardia.it. E seguici sui nostri canali social di Facebook e LinkedIn.

OSM Lombardia

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest